Inviato da 3Nta | il 28/01/2019 | 478 letture | Commenta | Vai al menu principale
Reports : Visi raggianti al FIS Slopestyle Snowboard World Cup sull’Alpe di Siusi
Puntualmente alle ore 10:00 è scattata la partenza delle semifinali di snowboard maschile alla stazione a valle dello skilift Laurino. In questa prima giornata di finale un pubblico attento e curioso ha seguito l’invito degli organizzatori , ma già alle semifinali l’area spettatori era gremita. Pure lungo il percorso sostavano gruppi di spettatori per seguire lo svolgimento della gara da vicino. Anche il tempo con temperature miti è stato clemente con gli organizzatori. In tutto e per tutto il palco per questo straordinario show è stato perfetto.



Alle semifinali hanno partecipato anche le due promesse italiane Emil Zulian e Alberto Maffei (ITA). Come già nella scorsa edizione si è delineata una gara entusiasmante per gli ultimi quattro posti in finale. Alla fine il miglior classificato è stato il Norvegese Stian Kleivdal (NOR). Il secondo posto è andato all’italiano Emil Zulian. Il giovane Canadese William Buffei (CAN)e lo Svizzero Gian Andrea Sutter (SUI) hanno completato la finale ottenendo le due classificazioni rimaste.

Nella gara di snowboard femminile dopo una breve pausa la competizione si è fatta agguerrita. Già nei primi tre runs si delineava una competizione serrata per un posto sul podio. La vittoria è andata alla Svizzera Isabel Derungs (SUI). „Amiamo questo posto e torneremo nell’arco dell’anno per i nostri training nello snowpark, e dopo questo risultato ancora più volentieri“(Isabel Derungs). La Canadese Booke Voigt (CAN) ha confermato la sua forma perfetta, conquistando il secondo posto. Il terzo posto sul podio è andato ad un’altra Canadese, Jasmine Baird (CAN).

La finale di snowboard maschile invece è stata all’insegna di una competizione avvincente tra gli atleti in gara. Lyon Farell (USA), che nelle qualificazioni aveva stabilito il miglior punteggio giornaliero è scivolato al secondo posto , il terzo posto è andato al Norvegese Stiam Kleivdial , la vittoria è andata al suo compagno di squadra Markus Olimstad (NOR). La squadra italiana può esultare per l’ottimo risultato di Emil Zulian (ITA), classificatosi quinto.

Dopo che i primi trofei a forma di scopa, chiamati „Hexenbesen“ (la legenda dice che in questa zona si riunivano le streghe per i loro balli sabbatici) sono stati assegnati, la prossima tappa per gli nowboarder è il Legends Music Festival Alpe di Siusi, dove, fino a notte fonda, assieme ai freestyler di tutto il mondo, si festeggiano i successi ottenuti.

„Siamo felici e soddisfatti per aver potuto fissare di nuovo l’Alpe di Siusi nel cuore freestyle di tanti atleti e fans da tutto il mondo.“ (Carmen Seidner, Marketing Alpe di Siusi)

Un cordiale ringraziamento ai nostri partner:
Seiser Alm, Dolomiti Superski, Südtirol, Raiffeisen, Autonome Provinz, Forst, TechnoAlpin, Leica Geosystems, F-TECH, Prinoth, zukunvt, FSA
Reports




Facebook